Nascentdesign - Italian Brand AgencyNascentdesign - Italian Brand Agency
5 min reading
The Brand Dispatch

Marzo 2024

   Dragon Year. Anche le birre brindano con il drago.

Il 2024 segna l’anno del Drago di Legno. Il legno è associato alla crescita e alla flessibilità, mentre il Drago simboleggia potere, forza e fortuna.

Molti marchi hanno deciso di cavalcare la simbologia cinese trasformando l'energia potente e mistica del drago in una capsule collection.

Nel mercato della birra Carlsberg lancia le nuove lattine ispirate alla danza del ​​Drago e stampate con uno speciale inchiostro che col freddo fa virare la perla del drago dal giallo all'arancione. La birra giapponese Asahi per celebrare l’anno del dragone sceglie invece di unirsi all'artista Hermippe che interpreta l’animale mitologico con la sua tipica grafica pixel.

Il concept che i brand prendono in prestito dal drago e fanno proprio è quello del cambiamento e della trasformazione. E anche nelle nuove proposte di packaging traspare la volontà di osare, creando qualcosa che vada oltre le aspettative.

   Enhanced Games. Competere senza test antidoping.

Nel 1967 il Comitato Olimpico internazionale vieta il potenziamento delle prestazioni con sostanze dopanti. Da allora si apre una diatriba sempre più accesa tra doping e antidoping e tra sport e scienza.

Eppure la storia ci racconta che la terapia della prestazione è sempre stata parte integrante della storia umana: dalla tribù Tarahumara agli antichi olimpici greci, gli atleti hanno sempre provato a raggiungere il loro massimo potenziale anche attraverso sostanze PED (performance enhanced drugs).

È a questo paradigma che si ispira l’iniziativa di Enhanced Games che propone la regolamentazione di un mondo sportivo parallelo dove gli atleti possono competere in modo sicuro ma senza test antidoping. “Crediamo nell'inclusione della scienza nello sport e crediamo che Gli Enhanced Games siano una celebrazione dell'unione tra eccellenza atletica e risultati scientifici” dichiara il Dottor D'Souza presidente degli Enhanced Games, aggiungendo che per garantire la sicurezza degli atleti durante la competizione verrà introdotto un protocollo di screening medico completo pre-gara, che aiuterà a monitorare i rischi cardiaci e altri indicatori di salute.

Se quella degli Enhanced games resterà solo una provocazione o diventerà una vera e propria alternativa olimpica sarà il tempo, e speriamo il buonsenso, a dircelo.

   Facebook. 20 anni di relazione.

Era il 2004 quando un giovane e promettente studioso di Harvard di nome Mark Zuckerberg lanciò per la prima volta un sito innovativo dove ogni utente era proprietario di una pagina personale. Si chiamava Facebook e oggi festeggia il suo ventesimo compleanno.

Cosa è successo nel frattempo? Nel 2007 i big della Silicon Valley iniziano ad accorgersi delle potenzialità prodotto di Zuckerberg e Microsoft annuncia di aver acquistato una quota della piattaforma. Da lì tutto procede in maniera esponenziale e nell’ottobre 2012 si annuncia che Facebook ha raggiunto un miliardo di utenti attivi mensili.
Con l’acquisto di Instagram l’impero dei social network inizia ad allargarsi sotto l'ala di quello che può essere considerato il suo fondatore. Si susseguono diverse ere: da quella delle challenge a quella delle fake news, da quella della propaganda politica a quella degli hacker, passando dal topic della privacy e della sua presunta violazione.

Nel 2021 Facebook diventa Meta, proiettandosi verso il futuro come un'azienda dedicata alla creazione di un metaverso condiviso. Alcuni, soprattutto tra i giovani, lo considerano ormai obsoleto, ma quella f bianca su campo azzurro farà fatica a sparire di scena.

   NYBG. Sostenibilità, nel cuore del Bronx.

Radicato nel cuore del Bronx dal 1891, il New York Botanical Garden oltre ad essere il più grande giardino botanico di New York e uno dei più estesi degli Stati Uniti, rappresenta un centro di connessione tra le persone, le piante e il pianeta.

Il NYBG si estende per 100 ettari con oltre 50 diverse aree fra giardini e serre, un fiume che lo attraversa, una cascata e alberi secolari alti oltre 36 metri o con più di 300 anni. Si stima che all’interno del giardino botanico ci siano più di un milione di esemplari vegetali differenti. Ma NYBG non crescono solo piante e fiori. Qui tutto è all’insegna dello scambio e della contaminazione grazie a esperienze botaniche, arte, musica ed eventi con alcune delle figure più influenti nella scienza delle piante, nell'orticoltura e nelle discipline umanistiche. Educatori entusiasti e avventurieri scientifici si impegnano ad aiutare la natura a prosperare insieme alla prossima generazione di botanici, giardinieri, paesaggisti e amministratori ambientali.

Da oltre 90 anni all’interno del NYBC, la Scuola di Orticoltura Professionale forma i migliori coltivatori professionisti del mondo, mentre l'International Plant Science Center non smette mai di coltivare
la scienza per metterla al servizio del pianeta. A partire proprio dal Bronx.
Febbraio 2024
Articolo Precedente
Febbraio 2024
Febbraio 2024
light